La pazienza dei camerieri.

8:34 pm Non rubare

”Perché vi stupite della nostra rabbia ?…“questa come altre non sono frasi che escono da situazioni estreme, il problema della povertà è planetario. I poveri sono i più! E poi come si fa a criminalizzare i poveri?. Quante volte si sente quell’orribile frase è “colpa loro” se sono poveri…
Non è forse vero che i ricchi hanno paura di frequentare i luoghi dei poveri? Hanno paura di essere…derubati?…i ricchi!
Eppure l’Africa è piena di alberghi lussuosi molto frequentati dagli Africani, ma come camerieri! E per quanto potrà durare la pazienza dei camerieri? E se anche i camerieri diventassero dei fondamentalisti?
  - luca de mata -

Condividi questo post
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google
  • BarraPunto
  • Blogosphere News
  • E-mail this story to a friend!
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • Ping.fm
  • Segnalo
  • Slashdot
  • Technorati
  • TwitThis
  • Wikio
  • Wikio IT
  • YahooMyWeb
  • Yigg
3 risposte
  1. Angelo :

    Data: 8 Maggio 2008 @ 11:41 am

    Io non ho mai pensato che un povero sia un criminale, ma certo che la povertà può spingere a fare atti estremi, a rubare, e fare anche cose peggiori, ma mi sembra che anche tra i ricchi c’è chi non scherza a delinquere. Non sono proprio i polpoli ricchi che si approfittano dei paesi più poveri? alcuni dico che sia un luogo comune questa affermazione, io penso di no. Non sono mai stao in Africa, ma certo mi piacere conoscerla nei suoi veri aspetti, e non con quei programmi tv tutti turistici belle spiaggi e tramonti di innamorati, e poi magari visto tutto da una nave crocera!

  2. Charlie :

    Data: 16 Giugno 2008 @ 4:00 pm

    La frase ” è colpa loro se sono poveri ” è orribile, ma non è rivolta ai poveri, che sono vittime innocenti. E’ rivolta ai loro governanti, che, dopo il colonialismo hanno combinato altrettanti misfatti e anche peggiori.

  3. Blog :

    Data: 25 Marzo 2009 @ 4:47 am

    Thanks!

Lascia un commento

Il tuo commento

Puoi usare i seguenti tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <code> <em> <i> <strike> <strong>

Nota: I commenti sono moderati e saranno visibili a breve. Non inviare nuovamente il commento.