Patate secche e granturco.

7:48 pm Non rubare

Non rubare, ma cosa possiamo rispondere al fenomeno sempre più imponente e globalizzato dei bambini abbandonati cui si ruba l’infanzia. Ed anche se qualcuno si oppone, come in Perù, in uno sperduto monastero tra le montagne delle Ande! il problema è così drammatico che solo una reale spinta che nasca dal più profondo della coscienza “dei popoli del cibo” potrà in tempi lunghi ridimensionarsi questa tragedia planetaria. Perù! dove il fenomeno dei bambini a cui è stata, ed è rubata l’infanzia è ogni giorno più drammatico. - luca de mata -

Suor Juana Eva - Orfanotrofio di Santa Rosa - Perù
La Chiesa non può da sola fronteggiare la miseria della nostra nazione. Ed il problema dei bambini ha la priorità. Le nazioni ricche e potenti vedendo la nostra grande povertà, come fanno a voltare la testa? Case come questa che accolgono i bambini abbandonati sono in un numero insufficiente rispetto all’immensità di questo problema e noi facciamo quello che arriviamo a fare. Troppi bambini vagano per le strade, senza vestiti, senza alimenti. Non sanno che cosa sia l’affetto. Noi come religiose vorremmo accoglierli tutti, ma ci manca lo spazio e i soldi per potere aiutare tutti questi bambini. Speriamo che le persone che hanno le risorse aiutino queste tante piccole creature che vagano nel mondo. Qui in Perù abbiamo comunità Andine dove la gente vive in case di fango e paglia. Il loro mangiare è la patata secca o il granoturco e non conosceranno mai un sapore diverso della patata e il granturco.

Condividi questo post
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google
  • BarraPunto
  • Blogosphere News
  • E-mail this story to a friend!
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • Ping.fm
  • Segnalo
  • Slashdot
  • Technorati
  • TwitThis
  • Wikio
  • Wikio IT
  • YahooMyWeb
  • Yigg
3 risposte
  1. Giovanna :

    Data: 24 Giugno 2008 @ 10:06 pm

    purtroppo non è solo una realtà del sudamerica!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo commento

Puoi usare i seguenti tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <code> <em> <i> <strike> <strong>

Nota: I commenti sono moderati e saranno visibili a breve. Non inviare nuovamente il commento.