Non ho consosciuto mio padre e mia madre mi abbandonò

9:11 pm Onora

Edina - ( favelasa di una città del Brasile)
Non so chi è mio padre.
Sono vissuta solo per un periodo di tempo con mia madre. Poi sono stata affidata a mia nonna. Lei, mia nonna, era capace di rimanere a digiuno per darci da mangiare.
Faceva una vita dura. Suo marito era sempre ubriaco.
La religione della nonna era il candonblè, e mi portava da loro sin da bambina… anche quando sono cresciuta.
Non ho imparato cose buone… dovevi fare continue donazioni “al padre del santo”. Ci bastonava se non facevi quello che diceva… pulire la casa, cantare…lui era posseduto da uno spirito che si chiama “ il diavolo dei sette coltelli”. E a 19 anni sono rimasta incinta.
Ma non è durata molto quella storia!
Lui si drogava ed andava con le altre… Oggi ho un altra storia, ma lui non ha un lavoro fisso…
Le cicatrici che ho sul corpo?
Sono segni dei riti del Candonblè.
Servono a difendere il corpo contro il malocchio. Mi portarono in una stanza e tra suoni e musiche mi fecero questi tagli. Deve uscire il sangue dal corpo!…Con questo rito, loro stabiliscono se tu sei in grado di “ricevere il santo”, o no. Chi non diventa “figlia del santo” è costretta a cucinare o pulire la casa del “santo”. Chi non è “figlia del santo” è posseduta da un diavolo… balli, salti, cambi voce e parli di tutto… I diavoli li invocano per fare il male ai nemici. La gente paga il Padre del Santo perché il diavolo faccia il male a chi ti è nemico. In verità, tutti questi segni non erano altro che per rendermi schiava a loro… Oggi ho fede in Dio… e vorrei potermi togliere tutti questi segni che ho sul corpo… Per quanto li nascondo loro ci sono…Ma oggi sono felice, so cosa significhi essere felici, qui in questa comunità di Santa Bernadette. Oggi capisco che sono madre, oggi capisco il comandamento di Dio “Onorare padre e la madre” che significa amare di un amore incondizionato mio figlio… anche se lui mi farà soffrire…Ho una sorella che é diventata madre a soli 13 anni ed un fratello che è stato ucciso. Io non ho avuto mai l’amore di mia madre…non sapevo cosa significava l’amore di una madre! Oggi io sono madre e voglio che mio figlio possa dire che onora il padre e la madre…e che possa ricambiare l’amore che io ho per lui…quell’amore che io non ho mai conosciuto e che non ho mai potuto ricambiare!

Condividi questo post
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google
  • BarraPunto
  • Blogosphere News
  • E-mail this story to a friend!
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • Ping.fm
  • Segnalo
  • Slashdot
  • Technorati
  • TwitThis
  • Wikio
  • Wikio IT
  • YahooMyWeb
  • Yigg
3 risposte
  1. Antonio :

    Data: 24 Luglio 2008 @ 3:50 am

    Mi mandate del materiale per capirne di piu’?

Lascia un commento

Il tuo commento

Puoi usare i seguenti tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <code> <em> <i> <strike> <strong>

Nota: I commenti sono moderati e saranno visibili a breve. Non inviare nuovamente il commento.