Se Gesù Cristo avesse detto agli Apostoli….

Ama 1 Commento

Se Gesù Cristo avesse detto agli Apostoli: - rimanete nelle vostre comunità di provenienza, dialogate con i rappresentanti delle religioni, guardatevi dal comunicare il mio Vangelo e tanto meno dal battezzare, piuttosto inculturatevi - una parola troppo difficile per quei tempi - noi cattolici oggi non esisteremmo

Oggi i Dieci Comandamenti sono ancora alla base dei nostri comportamenti?

Ama 2 Commenti

Oggi i Dieci Comandamenti sono ancora alla base dei nostri comportamenti?
Le nostre vite sono così intrise di contraddizioni, di ovvietà, di certezze e di speranze che non siamo quasi più capaci di confrontarci senza pregiudizi e falsi idoli!
Mai come oggi, l’umanità rischia di sprofondare in un baratro senza ritorno, e senza speranza, se non saprà ritrovarsi all’interno di comportamenti che si regolano, si misurano e si confrontano con la comune Legge millenariamente condivisa…quale è quella dei Dieci Comandamenti!
Tutto questo è vero?
Sono ancora oggi i Dieci Comandamenti la strada della convivenza tra i popoli ?…
Sono: il Coraggio di Amare?

- testo luca de mata -

Il rispetto dell’altro?…

Ama 3 Commenti

Ma quanti oggi, sono convinti che il rispetto delle Leggi date a Mosè sul Monte Sinai sono alla base della pace, del benessere, della convivenza tra popoli e persone?
Quanti realmente pur essendo fedeli ad una delle tre grandi religioni di Abramo credono e si sentono figli di un unico Padre e come tali fratelli e sorelle di noi, di voi, di me, di te. Perché i valori dei Dieci Comandamenti spesso, troppo spesso si allontanano dal dibattito della nostra vita quotidiana ? quasi che la forza dei Dieci Comandamenti ci faccia paura, quasi che la forza di queste Dieci Verità metta in discussione e non aiuti i nostri comportamenti nel segno della solidarietà, dell’amore e del rispetto dell’altro!
Perché non abbiamo il coraggio di amare fino in fondo il nostro prossimo?…
perché nella cattolicissima Polonia che faticosamente esce dalle macerie del comunismo dove oggi nel ricordo dell’attentato a Giovanni Paolo II si fanno processioni per ringraziare la Madonna di Fatima! Perché?! una donna qualunque deve vivere la disperazione di sentirsi già fuori dalla vita, a soli 47 anni, emarginata dalla vita di tutti gli altri? Sentite il suo racconto e domandiamoci non è che: il cinismo del comunismo prima, e delle leggi del mercato dopo, stanno demolendo nel profondo della nostra coscienza i pilastri delle leggi dateci da Dio; o se volete delle leggi naturali comuni a tutti gli uomini? A voi il giudizio…
(luca de mata)
 

Lidia - Polonia
Sono qui perché sono senza lavoro e sono senza alcun mezzo di sostentamento non ho mezzi per vivere non ho la pensione! sono sana! Ho sempre lavorato come cameriera ma oggi ho 47 anni e non mi vogliono più, cercano le ragazze.
Ovunque vada a cercare un lavoro mi dicono sempre che sono troppo vecchia. Poi mi dicono conosci l’inglese, il tedesco? Io non conosco l’inglese forse si sono scordati che qui ci facevano studiare il russo, e che ci fai oggi con il russo se non sai che fare che la cameriera? La verità è che a 47 anni ti considerano già vecchia…ma ditemi sono vecchia? Vi faccio ribrezzo? Se non fosse per l’aiuto che mi da la chiesa come questo pane e questa minestra non avrei di che mangiare.
Ho 47 anni e mi considerano vecchia, sono sola disperatamente sola, attendo il Natale e le altre feste perché nella Chiesa si organizzano delle belle feste per tutti noi poveri e cantiamo ed incontro gente che viene dalla città con cui posso parlare… e poi canto insieme agli altri…e poi ci sono anche i dolci…e poi viene anche la signora Francesca con dei bellissimi regali per tutti noi ed i bambini… Io senza questo luogo, e loro che ci aiutano morirei…
Ho sentito che in Slesia alcune mense per i poveri danno addirittura due piatti ma non si può pretendere di ricevere tutto. E poi, qui, qualche volto posso invitare anche mia figlia. Lei è giovane, lei la fanno lavorare ma con quello che guadagna non può badare anche a me…la capisco e le voglio bene…ed i giovani di oggi hanno poi tante esigenze…se mi facessero lavorare anche a me!
Qui alla mensa nessuno viene respinto nessuno viene buttato via, ti aiutano…guarda i miei pantaloni…non sono male! Mi stanno bene..no?!?… sono stati loro a regalarmeli. Anche quando ero malata loro sono venuti e mi hanno aiutato…mi hanno portato una bella coperta nuova per il mio letto ed il cuscino… e poi sai potermi incontrare qui ogni tanto con mia figlia…non voglio che veda dove vivo…ma lei sa tutto e fa finta di credere alle bugie che le racconto…ed anche lei le racconta a ma e così sopravviviamo!

Egoismo, bugie, possesso, dominio sono leggi? Il Coraggio di Amare

Ama 1 Commento

Egoismo, bugie, possesso, dominio sono leggi?

Non è facile vivere
la dimensione del Primo Comandamento
fino in fondo…
Non è facile accettare
che si è fratelli dell’assassino di tuo figlio…
ma quale è il traguardo
che ci attende negandoci
figli di un Unico Padre?
Con quale speranza
anche le società più evolute economicamente
possono guardare al futuro?

(luca de mata)

Donne: una strage non solo africana

Ama 2 Commenti

Suor Linambrogia Angaroni – Programma donna – Nazareth Hospital
Diverse di queste donne mi raccontano che questa malattia l’hanno contratta dal marito perché loro non hanno certo voluto fare una vita di prostitute.
Prima ragazza - Nazareth Hospital
Sono arrivata qui con dolori al petto come l’altra ragazza. Da quando ho cominciato a prendere la medicina mi sento meglio. Ringrazio le suore della Consolata Non temo la morte perché so dove andrò. Ero una studentessa quando ho preso la malattia.
Seconda ragazza - Nazareth Hospital
Ho 34 anni…Io non ho paura della morte. Mi preparo. Non ho scelta. Ho due bambini. Quando morirò, li lascerò ai miei genitori.
Terza ragazza - Nazareth Hospital
Non so se guarirò. Ho un bambino.
Quarta ragazza - Nazareth Hospital
La signora per la quale lavoravo non aveva molti soldi dunque guadagnavo poco. Sono le suore che pagano per le cure che ricevo.

L’amore soffi finalmente sull’Africa.

Ama 3 Commenti

Padre Gabremarian A. Abbaya – Parrocco della Cattedrale di Addis Abeba

L’Etiopia, è la terra dove i 10 comandamenti hanno storia millenaria, il nostro popolo rimase ed è fedele alle Tavole della legge. Se Dio è Tuo Padre! tutto il tuo prossimo ti è fratello. Non puoi, non devi uccidere. Dobbiamo smettere di ucciderci a vicenda. Come Dio ci ha amato così le persone devono amarsi. Questa è la base della nostra vita. L’Etiopia deve dare questo messaggio a tutti i paesi africani. L’Etiopia attuale vuole che tutti gli altri paesi non si ammazzino tra loro così come vuole che tutti i paesi africani seguano questo comandamento. Nell’Antico Testamento i salmi di Davide ci dicono di pregare per l’amore. L’amore ispiri il mondo e soffi finalmente sull’Africa.

Non più Faraoni, ma Persone!

Ama 4 Commenti

Nell’Egitto dei Faraoni, dove il popolo d’Israele era tenuto schiavo, si compie una delle più grandi profezie che cambieranno le culture dei popoli, al di là dell’essere di una Fede o di un’altra, credenti o non credenti..

Mosè guida Israele fuori dalla terra delle piramidi, dall’Egitto. Guida il suo popolo fuori dalla schiavitù. Gli ebrei, rompono con l’universo egizio fondato sulla molteplicità degli dèi, sulla schiavitù e sulle disuguaglianze sociali per porsi sotto la tutela unica di un Dio unico.

Abbandonano le acque del Nilo e si incamminano nel deserto del Sinai… affidandosi a Dio. Verso nuovi fiumi. E nuove speranze! Rompono con il politeismo, il loro pellegrinaggio dalla schiavitù alla libertà si compirà nel costruzione del Tempio di Gerusalemme.

Mosè offrendo all’umanità le Tavole della Legge, offre all’umanità la Volontà di Dio…non più soprusi, non più violenze, non più la legge del più forte…

Dio indica all’uomo giusto la strada da percorrere!

Non più faraoni, ma persone!

Non più schiavi, non più una legge che legalizza il tiranno, il dispotismo, ma la legge della misericordia !

Tutti uguali, tutti figli di un unico Dio…

Si rivoluziona diritto, morale e la giustizia sociale.

“…Io sono il Signore Dio tuo Creatore e Padre delle Sue creature. Uccidere una di queste significa attentare a Colui che l’ha creata, dal momento che ogni crimine è, per sua natura, un attentato all’Essere creatore.”..

Il cammino verso l’accettazione del principio di amare il nostro prossimo come se stessi è aperto!

Durante il Grande Giubileo dell’anno 2000, dirà Giovanni Paolo II

“…I Dieci Comandamenti sono la legge della libertà: non la libertà di seguire le nostre cieche passioni, ma la libertà di amare, di scegliere ciò che è bene in ogni situazione, anche quando farlo è un peso.

(luca de mata)